Volantino corteo 19 marzo 2005

Milano 19 marzo:
MANIFESTAZIONE ANTIRAZZISTA

Questa giornata di lotta cade nel secondo anniversario dall’assassinio di Dax, ucciso il 16 marzo 2003 da un gruppo di nazi-fascisti.
Vogliamo ricordare Dax convinti che per farlo rivivere sia necessario portare avanti oggi le battaglie a cui lui stesso si dedicava con passione, che rendere onore alla sua memoria significhi riprodurre l’impegno nell’antirazzismo, nell’antifascismo e nelle lotte sociali.
La lotta che vogliamo costruire contro il razzismo diffuso, parte sicuramente dalla battaglia per l’abolizione della legge razzista Bossi – Fini, senza ritornare all’altrettanto razzista Turco-Napolitano; infatti la Bossi Fini rende evidente che le leggi sull’immigrazione dei paesi Europei tramite le ‘barriere’ e i ‘vincoli’ imposti edificano una differenza sistematica fra lavoratori italiani e stranieri, nel tentativo di privare questi ultimi della benché minima possibilità di far valere i propri diritti.
La legge Bossi Fini presuppone un lavoratore ‘usa e getta’, il cui vincolo di permanenza nel nostro paese è l’utilità del suo lavoro, finita la possibilità di un contratto di lavoro regolare, finisce la possibilità di stare nella ‘legalità’, infatti l’effetto perverso di questa legge, è quello di produrre un enorme bacino di lavoratori ‘clandestini’ fruibili a basso costo e zero diritti dai padroncini, per i quali, nella prima versione della legge, non veniva nemmeno prevista una ‘multa’ nel caso di assunzioni irregolari. La clandestinizzazione del lavoro è insomma uno degli obiettivi principali di questa norma.
Ma cosa succede se ti trovano senza documenti, per strada per caso, o magari durante uno dei raid notturni polizieschi per esempio in qualche campo Rom?? Immediatamente vieni spedito in un CPT, centro di permanenza temporanea.
Un CPT è peggio di un carcere, la cui esistenza viola qualsiasi legge nazionale ed internazionale sui diritti degli uomini e delle donne. Difficile è avere notizie di cosa succeda al suo interno, le poche notizie che si hanno parlano di quotidiane vessazioni, abusi e maltrattamenti; le richieste di ingresso per monitorare la situazione vengono sistematicamente ostacolate. Ci restano solo frammenti di racconti e testimonianze di chi c’è stato, oppure il dato delle rivolte all’interno dei CPT che in questi anni si sono succedute.
Per questo chiediamo la chiusura immediata dei CPT,moderni lager razziali e rivendichiamo il diritto alla libera circolazione.
Oltre alla criminalizzazione dei lavoratori stranieri e al tentativo di ridurli a pura merce usa e getta, le leggi sull’immigrazione, rendono ancora più difficili i ricongiungimenti familiari e soprattutto il riconoscimento di un reale diritto di asilo per i rifugiati politici, che diventa sempre più un miraggio, soprattutto a seguito delle modifiche operate dalla Legge Bossi Fini, che individuano nella crescita esponenziale degli ultimi anni dei richiedenti asilo il ‘problema dell’abuso delle istanze di asilo e non lo spettro del dilagare delle guerre
E se pure sei riuscito ad entrare in Italia, a non farti arrestare, a non farti mettere in un CPT, a circolare per le strade senza paura di essere espulso o arrestato, anche allora il ricatto continua sul fronte dei diritti fondamentali, come il lavoro e la casa.
Accedere all'edilizia popolare è prerogativa dei cittadini italiani, dicono i partiti razzisti, come Lega Nord e Alleanza Nazionale; e se riesci a trovare una casa in affitto è a prezzi esorbitanti perchè i palazzinari fanno affari d'oro con gli stranieri.
Così anche il diritto allo studio, per potere accedere a corsi universitari devi avere un permesso di soggiorno con contratto di lavoro di almeno un anno, o uno speciale per motivi di studio.
Il diritto alla casa, al lavoro, alla salute, ad un’istruzione, al reddito
sono universali. Sono un diritto di tutti, italiani, stranieri, marziani!!

Saremo nelle strade di Milano in un corteo che porti in piazza la rabbia della voglia di lottare, i colori, le lingue e le culture che vorrebbero spaventare, i suoni e le parole che non potranno mai omologare né rinchiudere.

DAX VIVE NELLA LOTTA
    
I compagni e le compagne di Dax

This entry was posted in 2005. Bookmark the permalink.

One Response to Volantino corteo 19 marzo 2005

  1. Cirruzhanxo says:

    Sorry,
    you created a special atmosphere 😀
    A kid like to make cartoline virtuali auguri
    Mmm.. I need to find outstanding resources of http://auguri-natalizi.biglietti-auguri.org/ – auguri natalizi
    May be We surf badly ..

Comments are closed.